Ultima modifica: 21 Novembre 2021

Galleria Video


La Magia dei libri è la lettura dalle pagine di un romanzo, scritto uno, venti, cinquanta o addirittura due secoli fa, ci proviene il calore delle voci di uomini e di donne come noi, voci che ascoltiamo, con le quali conversiamo: e questo è il miracolo.
MAGIA? Eccola: ciò che è scritto su di un libro è morto e muto, fin quando qualcuno non lo spalanca, e gli ridà vita e senso. Il nostro sarà un viaggio che ci trasporta di qua e di là, assumendo punti di vista diversi. In questo percorso di letture proponiamo attività per riflettere su diversi i temi. Nostri Partner saranno le librerie Mondadori, Feltrinelli, Vicolo Stretto, degli Attori, l’Associazione Ouroboros …. ma i veri PROTAGONISTI SONO sempre i NOSTRI ALUNNI.

 

 

 


IL CORAGGIO DI OGNI GIORNO

Il 23 maggio non è un giorno come tutti gli altri. Si ricorda una delle pagine più buie della storia del nostro paese: le stragi mafiose del ‘92 nelle  quali persero la vita i giudici Falcone, Borsellino e le loro scorte.

Gli alunni della scuola Secondaria di primo grado hanno approfondito la conoscenza di vite esemplari: uomini dal forte senso dello Stato, che hanno avuto il coraggio di sfidare la mafia e rivendicare i diritti umani. Ecco alcuni dei loro lavori:

Attraverso la pittura e la fotografia gli alunni hanno fissato i volti di eroi senza armatura, simbolo di impegno collettivo, e con le parole hanno ribadito come sia possibile un cambiamento seguendo la logica della cultura del rispetto e della legalità, per una cittadinanza attiva e responsabile.

Non perdere la memoria!

Le alunne e gli alunni della 3^B non dimenticano le vittime della mafia attraverso la rievocazione, la ricerca e la drammatizzazione, ricordando a tutti noi il valore della lotta e del sacrificio per il riscatto della nostra Isola.


Giornata per la vita

In occasione della Giornata per la vita del 7 febbraio gli alunni della 2G della scuola secondaria hanno preparato questo video e ieri 23 marzo la dottoressa Rosella Acunto e la professoressa Franca Zappia Tringali, del Centro Ascolto per la Vita (CAV) di Catania, hanno incontrato la classe e ringraziato gli alunni per il video realizzato, donando a ciascun di loro un uovo di cioccolato.

Video giornata per la vita


Festa dell’Autonomia della Regione siciliana” 

In occasione della Festa dell’Autonomia Siciliana”, istituita come ricorrenza civile per celebrare il 15 maggio la nascita dello Statuto, alcuni alunni della scuola secondaria  hanno colto l’invito a “valorizzare la cultura siciliana nelle scuole nei suoi aspetti  storici, linguistici e letterari”, ponendo l’accento in particolare sul “patrimonio  linguistico regionale, al fine di sviluppare una speciale sensibilità nei confronti di una  cultura dialettale declinante” (Legge Regionale 31 maggio 2011, n. 9). 

In quest’ottica, partendo dallo studio della Sicilia nei suoi vari aspetti storici, culturali,  geografici e politici, si inserisce il lavoro di ricerca e di ri-scoperta dei proverbi antichi in siciliano, dei modi di dire dialettali nelle diverse province, degli antichi canti  popolari ed in particolare delle serenate in siciliano, che davano voce alle vicende ed  ai protagonisti del fidanzamento e del matrimonio. 

Mossi da una vivace curiosità e un fervido interesse, gli alunni e le alunne delle classi  1^A, 1^D, 1^G e 2^L si sono cimentati, oltreché nella produzione multimediale, soprattutto nella drammatizzazione investendo la propria capacità creativa di  ricostruzione e  di interpretazione. 

Punto cardine su cui si è incentrato il lavoro delle classi coinvolte è l’importanza di promuovere e valorizzare la propria lingua d’origine, il siciliano, che non è una varietà  della lingua italiana, ma idioma autonomo a cui l’UNESCO ha riconosciuto lo status  di lingua madre in Pericolo di Estinzione.

Un lavoro volto a recuperare le radici, la memoria, la storia della nostra identità  regionale.

   

 

     

 

 


Percorso multimediale della classe 2F su Dante Alighieri e sulla Divina Commedia

Percorso multimediale 2F

Grazie al profondo e vivace interesse degli studenti della seconda F verso la storia di Dante e la Divina Commedia è stato realizzato questo avvincente percorso multimediale. Per realizzare i contenuti multimediali state utilizzate diverse piattaforme per contenuti in ambito Educational.  Il percorso multimediale è stato strutturato a partire dalla piattaforma Thinglink la quale permette di aggregare risorse digitali differenti (link URL ed embedded, video, audio, etc.) e di manipolare immagini a 360° in modo da ottenere una visione immersiva e coinvolgente del contenuto. La piattaforma wordwall permette di realizzare contenuti multimediali sotto forma di giochi e questionari utili nella realizzazione di quiz e per la gamification. Il percorso multimediale si articola su tre ambienti con visione di immagini sferiche: il primo riproduce l’immagine della casa natale di Dante Alighieri, il secondo ambiente è un’immagine della piazza del Duomo di Firenze mentre il terzo ambiente riproduce un’immagine a 360° della tomba di Dante Alighieri sita a Ravenna. Dalle tre tappe del tour si accede ai contenuti multimediali creati dagli alunni e a contenuti di realtà aumentata. I contenuti realizzati sulla piattaforma wordwall sono dei giochi a quiz realizzati con diversi applet che ripercorrono le opere e la vita di Dante Alighieri. La piattaforma Thinglink è stata utilizzata anche per la realizzazione di una Escape Room (gioco a superamento di livelli) che propone un tour in ambienti virtuali tra Inferno, Purgatorio e Paradiso. Con l’ausilio di quesiti a risposta semplice e passaggi condizionali sulla vita e opere di Dante dopo il superamento dei tre livelli di gioco accompagnano il giocatore all’escape finale. Alcuni alunni hanno realizzato un videogioco sulla piattaforma Costruct in cui il personaggio del gioco è proprio Dante Alighieri. Ogni componente del gioco è stata realizzata dagli alunni che hanno affrontato molteplici difficoltà ed hanno dimostrato notevoli capacità di problem solving. Il prodotto finale è un tour virtuale in ambiente tridimensionale che può essere enfatizzato attraverso la visione in VR su dispositivo cellulare o tablet, attraverso l’utilizzo del visore VR.

 

Viaggio dantesco della classe 2B

Viaggio dantesco 2B

«Cos’è la vita umana se non un viaggio avventuroso?». Noi ragazzi della classe 2ªB della Scuola Secondaria di 1° grado siamo partiti da questa domanda per affrontare la lettura e l’analisi dei versi di alcuni canti della Divina Commedia. Infatti, il viaggio dantesco è un viaggio di formazione, la metafora dell’esistenza. Così abbiamo ripercorso alcuni momenti significativi in cui Dante incontra volti diversi di un’umanità che è alla ricerca. Le riflessioni dei personaggi sono intervallate da disegni realizzati da noi con “le divine parole”, perché riteniamo che Arte e Letteratura siano fonte di creatività.

 

Un sogno divino della classe 2G

Un sogno divino 2G             La divina commedia

La classe 2 G ha voluto celebrare questa giornata speciale con due video: “Un sogno divino” è il frutto di un lavoro condiviso da tutti gli alunni della classe; il secondo è stato realizzato dall’alunno Edoardo Carcassi che si è voluto cimentare nella recitazione di alcune celebri terzine.

 

Un sogno divino della classe 3I

Dante…uno di noi

Anche gli alunni della classe 3I hanno ricordato questa giornata su Dante realizzando un “Thinglink“.

 

Infine ecco Dante secondo Maia…


Gli alunni della Cavour hanno riflettuto sulle conquiste politiche, sociali, economiche del genere femminile che vengono ricordate in occasione dell’8 marzo. Hanno prodotto un padlet che raccoglie le loro riflessioni su

STEREOTIPI E MENTALITA’ CHE OSTACOLANO L’UGUAGLIANZA DI GENERE

Hanno esercitato le loro competenze digitali e costruito le competenze di educazione civica secondo quanto proposto nell’Agenda 2030 dell’Onu, obiettivo 5, ovvero raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze.

L’attività ha visto la partecipazione e l’interesse degli alunni di terza media. Siamo tutti fiduciosi in un futuro migliore quando i nostri alunni realizzano che essere buoni cittadini vuol dire anche essere consapevoli degli stereotipi di genere, e che riconoscerli aiuta a evitarli e a costruire una società migliore.

Alcuni alunni dell’I.C. Cavour hanno deciso di iniziare a cimentarsi nel Mondo del DEBATE, organizzandone uno in occasione dell’8 marzo “Giornata Internazionale della Donna”, proponendo la Mozione: “Le Donne in Italia sono ancora discriminate”.

Il Debate favorisce l’apprendimento cooperativo, la peer education, sviluppa abilità trasversali importanti e consente agli studenti di affrontare temi toccati nella quotidianità didattica. Il Debate si sta affermando sempre di più come metodologia didattica capace di supportare i ragazzi nello sviluppo di importanti soft skill: flessibilità, lavoro in team, ragionamento, capacità di parlare in pubblico e molto altro. Un “gioco” didattico con struttura e regole precise.

Il Debate  ha permesso a questi alunni di potenziare le capacità linguistiche e lessicali e l’uso virtuoso della parola  esercitando: la capacità di documentare, la capacità di argomentazione, il pensiero critico, la capacità di pensare in autonomia, la capacità di lavorare in team (cooperative learning; peer education) confrontandosi con gli altri rispettando regole prefissate, parametro di un comportamento corretto e democratico; e non per ultimo la capacità di sostenere la propria opinione,  il controllo dell’emotività.

La Mozione trattata e la metodologia ha visto una grande partecipazione e interesse degli alunni fiduciosi e consapevoli di essere i cittadini del domani e pronti a costruire una società aperta al dialogo e dove non esistano differenze di genere.


Incontro-dibattito sulla cultura della legalità

Lunedì 1° marzo le classi della Scuola secondaria di primo grado hanno partecipato all’incontro-dibattito sulla cultura della legalità a cura del comandante della compagnia dei Carabinieri di Catania di piazza Dante.

Grazie all’ausilio delle postazioni informatiche del nostro istituto, il nostro gradito ospite, capitano Roberto Martina, ha potuto incontrare tutti gli alunni collegati dalle loro classi e anche gli alunni che seguono la didattica a distanza.

In apertura, la Preside e i docenti, a nome di tutta la comunità scolastica, hanno espresso al comandante dell’Arma il loro cordoglio per la sorte dell’ambasciatore italiano in Congo Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi lunedì scorso durante l’espletamento delle loro funzioni, mentre viaggiavano in un convoglio del Pam – il programma alimentale mondiale dell’Onu.

Come i due servitori dello Stato rappresentavano l’Italia e agivano a tutela dei cittadini, gli uomini delle Forze dell’ordine tutti i giorni operano per la nostra sicurezza sulle strade e sulla Rete.

Il capitano Martina ha più volte sottolineato l’importanza che si diffonda la cultura della legalità perché, nell’interesse di tutti, i ragazzi e gli adulti seguano le regole. I giovani in particolare per inesperienza e la voglia di trasgredire tipica dell’età corrono diversi rischi.

Con immagini e filmati molto toccanti e coinvolgenti, gli alunni sono stati guidati a riflettere sui rischi delle imprudenze sulla strada, sugli effetti delle droghe, sul consumo di alcool, sulle conseguenze del bullismo e del cyberbullismo.

Tante domande sono arrivate dalle classi, soprattutto richieste di informazioni sul contrasto di questo sempre crescente fenomeno.

Il comandante dei Carabinieri ha illustrato le regole fondamentali da applicare in Rete e cosa fare davanti ad episodi di bullismo, ma su un punto in particolare si è soffermato a lungo in conclusione dell’incontro: bisogna seguire le regole non per timore di essere sanzionati, ma per se stessi e per senso di responsabilità.


Carnevale work in progress

La Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria anche quest’anno, come sempre, daranno ampio rilievo alla ricorrenza del Carnevale, antica tradizione radicata nella nostra cultura.
Questa ricorrenza, caratterizzata dalla sua alta valenza ludica e giocosa, tende a promuovere nei fanciulli creatività, fantasia, socializzazione e capacità espressive.
Obiettivi importanti che verranno consolidati nel rispetto della tradizione e, al contempo, in totale sicurezza attraverso lo svolgimento di attività espressive che offriranno agli alunni l’opportunità di esprimersi in modo giocoso, creativo. fantasioso e colorato.

Pur cadendo in tempo di pandemia, la Giornata della Memoria 2021 impone di riportare l’attenzione di tutti – soprattutto dei ragazzi e dei giovani – ricordando i milioni di vittime innocenti dell’Olocausto.
L’I.C. CAVOUR ha proposto ai propri alunni numerose iniziative in occasione della ricorrenza che cade ogni anno il 27 gennaio, giorno della liberazione del campo di concentramento nazista di Auschwitz, il 27 gennaio del 1945. L’attenzione rivolta alla storia della Shoah e alle politiche antisemite appare oggi come un elemento indiscusso, radicato nella comunità scientifica e nella società. Ma non è sempre stato così: a partire dalla fine della Seconda guerra mondiale, il percorso che ha portato a un grado di conoscenza approfondito sugli avvenimenti del 1938-45 è stato segnato da lunghi silenzi e da enormi sforzi compiuti per illuminare gli angoli più bui della nostra storia.
Ecco perché è importante NON DIMENTICARE
La Giornata della Memoria viene celebrata nel nostro Istituto con letture, video-documentari, film, progetti del mondo della scuola.
Ecco alcuni dei lavori degli alunni della scuola Secondaria di primo grado.

 

 

 

 

In occasione della Celebrazione della Giornata della Memoria le ultime classi della Scuola Primaria, dopo aver visionato documentari, cartoon, video libri e opere d’arte sotto la guida del docente, hanno trascritto attraverso il linguaggio artistico espressivo fasi ed emozioni di uno dei momenti più bui della Storia dell’Umanità: la Shoah.
La realizzazione del video “Viaggio nella Shoah”  nasce per volontà espressa degli alunni  delle classi V A e V C  per creare una sorta di galleria virtuale attraverso la quale far scorrere le emozioni indotte dall’Olocausto.
L’iniziativa  è stata dettata dalla forte convinzione che di quel terribile, freddo e pianificato  genocidio bisogna lasciare traccia a memoria di ogni generazione futura, perché atti di discriminazione,  intolleranza ed esclusione  non debbano più ripetersi nel corso della Storia così come nella vita di ogni giorno.

SCATOLE SCALDACUORE

Nel quadro delle proprie attività di educazione alla Cittadinanza e di Service Learning, per il Natale 2020, l’Istituto Comprensivo Cavour ha deciso di aderire all’iniziativa di Solidarietà Natalizia “SCATOLE SCALDACUORE”, destinate alle famiglie indigenti e senza dimora della nostra Città.
La Dirigente Scolastica, i docenti e gli alunni della scuola si sono adoperati per sostenere la raccolta di Scatole ScaldaCuore contenenti:

  • una cosa golosa (cioccolata, biscotti, caramelle …);
  • un passatempo (libro rivista, carte da gioco, colori…);
  • un prodotto di bellezza (bagno schiuma, profumo, dentifricio con spazzolino,…);
  • un biglietto gentile … perché le parole valgono più degli oggetti!

Le scatole, preparate con cura ed entusiasmo, sono state affidate ai Volontari dell’Associazione “Amici del Volontariato Marcello Giuffrida” che, successivamente, le distribuiranno ai senza fissa dimora, insieme alle Suore Vincenziane, Figlie della Carità.

 


Tre giorni di screening volontario all’I.C. Cavour

La tutela della salute degli studenti e del personale scolastico insieme alla salvaguardia del diritto allo studio in presenza sono i punti cardine su cui si sono concentrati “ormai da mesi” i principali sforzi dell’I.C. Cavour.

In quest’ottica si inserisce lo screening volontario tramite “tampone rapido” che nei giorni 18, 19 e 20 novembre nei locali della scuola ha coinvolto gli alunni e il personale scolastico, per iniziativa della Dirigente Mosca Concetta e del team referenti Covid (docenti P. Murabito, A.Toscano, A.Marciante e L.Puglisi), in accordo con il Commissario Covid dell’ASP-Catania dott.G.Liberti.

I risultati confermano che le strategie attuate fin ora sono idonee a contenere l’emergenza sanitaria:

  • oltre 800 tamponi eseguiti, su una popolazione scolastica di quasi 1300 persone;
  • un solo un operatore risultato positivo al test e subito isolato secondo i rigorosi protocolli sanitari operativi nella scuola.


 

Ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999.

L’Istituto Comprensivo Cavour

anche quest’anno ha deciso di non far passare inosservata

La Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne

E’ una data che va spiegata anche ai più piccoli poiché crediamo che il rispetto verso la figura femminile se appreso fin dall’infanzia rimane un concetto forte anche durante l’età adulta.
Desiderio per tutti NOI è far affrontare questo tema ricordandoci ogni giorno che le ragazze e i ragazzi assorbono e apprendono ciò che vedono e vivono. Imparano dai gesti, dai nostri rapporti interpersonali e sociali, dal nostro modo di accogliere l’altra e l’altro.

Alunne, alunni e docenti del nostro istituto hanno lavorato per trasmettere questo concetto fondamentale al fine di far crescere giovani adulti sensibili e non indifferenti, in grado di amare e non di minacciare.

 

 

 

C’E’ UN MODO PER PORRE FINE ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
La violenza maschile contro la donna è, come il virus spietato che sta colpendo il mondo, una pandemia, nata ben prima del COVID-19 e che gli sopravvivrà.
Questa sistematica ritualità dell’ingiustizia e dello sdegno, fatta di violenze domestiche, riti culturali aberranti, molestie e abusi deve essere combattuta con interventi globali e coesi, di cui la società civile può e deve farsi araldo.
La Scuola Secondaria di primo Grado “C.B.Cavour”, insieme al Dipartimento di Lingua Inglese e alla collaborazione delle docenti Carmela Curto, Maria Grazia Pisano e Ornella Raciti e dei loro studenti delle classi 3^ e 2^, hanno voluto dare il loro personale contributo, con la determinazione di chi opera e vive in nome della parola “Uguaglianza“.

«Libriamoci…

                        …nei Lieti Libri»

La voce dei libri è pronta a risuonare nelle classi … e non solo, per coinvolgere con slancio e passione tutti coloro che amano la scuola e la lettura.

libriamoci

Anche quest’anno l’I.C. Cavour ha aderito a “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole“, campagna nazionale rivolta alle scuole di ogni ordine e grado, che si svolgerà dal 16 al 21 novembre 2020.

L’intento è da sempre quello di diffondere e accrescere l’amore per i libri e l’abitudine alla lettura, proponendo occasioni originali e coinvolgenti di ascolto e partecipazione attiva, performance di libri viventi, gare di lettura espressiva, video di presentazione del proprio libro preferito da  condividere qui con compagni e amici.

 

 

 

 


XX SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA NEL MONDO
I NOSTRI SUPEREROI

I grandi Autori della Letteratura sono personaggi senza tempo, sono i Supereroi della Lingua Italiana: una ricchezza per chi li ha letti e amati.
Da sempre hanno esercitato e continuano ad esercitare un’influenza particolare nel nostro modo di parlare, s’impongono come indimenticabili, persistono al di là del tempo e non smettono mai d’imporsi prepotentemente nel moderno e contemporaneo, arricchendo ogni nostra comunicazione.
I nostri Super Eroi hanno il superpotere della parola, un superpotere incredibile! un superpotere capace di renderli persone uniche e speciali.

GLI ALUNNI  DELLE CLASSI TERZE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO  IN COLLABORAZIONE CON  I DIPARTIMENTI DI  ARTE – LETTERE -TECNOLOGIA


“Armi santi armi santi,
iu sugnu sulu e vuatri siti tanti.
Mentre sugnu ‘nta stu munnu di guai
così dei morti mittitiminni assai”
Recitavano così  in Sicilia i bambini in attesa dei doni portati nella notte del 2 novembre dai cari familiari defunti, come è emerso nel lavoro realizzato dagli alunni di scuola Primaria e Secondaria dell’I.C. Cavour di Catania.
Un lavoro volto a recuperare la memoria di una tradizione popolare che rischia di perpetuarsi solo attraverso il consumo di dolci rituali, quegli stessi dolci che un tempo riempivano “u CANNISTRU“.
Possano i bambini di oggi e di domani far recuperare ai morti “la strada che li portava nelle case dove li aspettavano, felici e svegli fino allo spàsimo, i figli o i figli dei figli” (<<Il giorno che i morti persero la strada di casa>> da “I racconti quotidiani” di Andrea Camilleri, Alma Edizione,  Firenze 2008).


«AI MIEI NONNI VORREI DIRE…»
In occasione della Festa dei nonni, istituita come ricorrenza civile nel 2005 <<quale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale>>, gli alunni di SCUOLA DELL’INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA dell’<<I.C. Cavour>> di Catania rendono omaggio ai propri nonni ed ai nonni di tutta Italia.
Sono loro…
Angeli custodi dei nostri figli,
Risorsa nascosta del nostro Paese.
Le nostre radici, la nostra memoria, la nostra storia.



Earth Day”

Classe : II G

Docente: Prof.ssa C. Curto

Finalità: Il progetto è partito durante il periodo del lockdown. “Earth Day” è la più grande

manifestazione ambientale del pianeta, istituita il 22 Aprile 1970 per celebrare la terra e

promuoverne la sua salvaguardia. La classe II G, a seguito del 50mo Anniversario della

giornata della Terra 2020, ha voluto fare sentire la propria voce con degli slogan e con dei

video creati dagli alunni. Lo scopo e’ stato quello di lanciare un messaggio, semplice ma

efficace, per contrastare l’attuale modello di sviluppo economico, che ha ormai dimostrato di

non riuscire a salvaguardare tutte le forme di vita sul nostro Pianeta. Oggi più che mai

abbiamo motivo di stimolare l’attenzione su questi temi e la crisi globale causata dalla

pandemia del Covid-19 può rappresentare un’occasione inattesa per riflettere sulla necessità

di impegnarci per un mondo più sostenibile e un ambiente più sano.

 

***************************************

Classe di Arpa – esegue Buscemi Paola IID esegue “Valzer”, docente prof.ssa A. Minuta

*********************************

Classe di Arpa -Tecla Coco IIID esegue “Estrella”, docente prof.ssa A. Minuta

*********************************

COMICA-MENTE

antologia di racconti collettivi comici

classi: 1A-3A

coordinatrice di progetto: prof.ssa Di Mauro

Parodiando il nostro Venditti, covid o non covid noi arriveremo alla pubblicazione… anzi ci siamo già arrivati! Ed è un traguardo d’inizio per i più piccini e di arrivo per la terza, segnale imperituro di cosa possa realizzare l’ottimismo della volontà.

In particolare, la classe prima, che padroneggiava il genere della fiaba, è stata guidata al suo capovolgimento parodico.

La terza, invece, ha usato la tecnica dei neologismi e della paronomasia alla Benni, dello “stupido del villaggio” alla Calvino, dell’iperbole e dell’accumulazione alla Rabelais, infine sono tornata un po’ all’inizio del progetto con la parodia horror.

Cominciate a leggere e… ridere!

tag: racconti, comico, comica-mente, Cinzia Di Mauro, letteratura, fiabe, paronomasia, accumulazione, neologismi, Benni, Calvino, Rabelais 

************************************

 

 

Alunna: Alfieri Emma (classe 2^I)
R. Vinciguerra  dai: Preludi colorati  “Lilla”
Insegnante: Torrisi Laura

*************************************************

Saluti III^H docente Maria Petrone

 

************************************************

“Il 23 Maggio viene celebrata in tutta Italia la Giornata nazionale della Legalità che, ogni anno, si pone l’obiettivo di riaffermare l’attualità della lotta alla mafia e il rifiuto di ogni forma di criminalità organizzata. I professori dell’I.C. Cavour di Catania hanno invitato i loro alunni a riflettere sull’importanza della lotta alla mafia affinché non venga reso vano il lascito dei cittadini che hanno profuso il loro impegno nella lotta contro le organizzazioni criminali.”

 

************************************************

TITOLO: “Il Coraggio di ogni giorno”

CLASSI COINVOLTE: 3^ sez. C, 4^ sez. A E C della Scuola Primaria

****************************************************

 

E per un attimo tutto si fermò.

E le mani si muovono tra le corde dell’arpa ….. creando colori, suoni e ricordi.

**********************************************

 

Ciliberto Enea classe 2°A progetta e presenta la sua attività di Tecnologia “La mia ricetta”

**********************************************

 

Alunno: Pino Emanuele (classe 3^H)
F. Chopin “Fantasia – Improvviso”
Insegnante: Torrisi Laura

***************************************

Alunno: Finocchiaro Gabriele (classe 2^A)
A. Kathaturian “Toccata” – B. Crosland “The Clown and the Ballerina” – C. Rollin “Sunrise of the Matterhorn”
Insegnante: Torrisi Laura

 

***************************************

Il video è frutto del PROGETTO: #AndràTuttoBene
CLASSE: coinvolta: 3^ sezione C Scuola Primaria
FINALITA’: Il Progetto è stato lanciato  dai docenti di classe durante la prima settimana del Lockdown, così come proposto dalla rete su territorio nazionale, con la finalità di raggiungere gli alunni ed invitarli a continuare insieme il loro percorso formativo coinvolgendo con loro anche le famiglie.
Il lavoro ha riscontrato il successo sperato.
I DOCENTI curatori del Progetto sono stati tutti  i docenti di classe, ovvero: Irene Litrico, Francesca Stella, Mariagrazia Marotta, Luigi Barbera, Chiara Floresta, Gisella Dieli Crimì, Salvatore Marchì

***************************************

L’Italia celebra il sommo poeta mercoledì 25 marzo, con un appuntamento scelto non a caso. Proprio il 25 marzo è la data con cui comunemente si indica l’inizio del viaggio ultraterreno di Dante nella Divina Commedia.
Gli alunni dell’IC CAVOUR hanno voluto partecipare, così nella giornata del 25 marzo 2020, hanno i versi iniziali e finali dell’Inferno.

e…. “dopo la selva oscura…..
…uscimmo a riveder le stelle”

Le parole di Dante assumo particolare significato in questo momento e mostrano il potere della letteratura di parlare a sempre nuove generazioni.

***************************************

***************************************

***************************************

Allegati




Link vai su